Ordo Orbis

L’Ordo Orbis, l’ordine mondiale, è la
più grande e potente organizzazione che sia
mai esistita dalla Grande Inondazione a oggi:
attraverso le sue tre branche, detiene il potere
militare, economico e ideologico su pressoché
tutte le terre emerse. Grazie alla suddivisione
in più gruppi operativi e a un sapiente sistema
di deleghe, questo governo mondiale è stato in
grado di pilotare per secoli la vita degli
abitanti di ogni isola. Alimentata da devoti ed
efficienti funzionari, come da arrivisti e tiranni
privi di scrupoli, la macchina amministrativa
dell’Ordo Orbis si è raramente inceppata, e
mai in maniera definitiva, fino all’ascesa di
Vigon Asrigue. Il nuovo nemico mostrò al
mondo la debolezza del governo mondiale,
schiacciato dal peso del suo stesso corpo e
rallentato nelle scelte più urgenti dalla sua
catena amministrativa. È stato per opporsi
all’Armata della Libertà che l’Ordo Orbis ha
accolto in seno alla propria struttura i primi
cambiamenti fin dalla sua costituzione. In
precedenza, l’ordine mondiale vero e proprio
era più un nome collettivo per indicare le tre
fazioni che lo compongono; per opporsi alla
minaccia di Asrigue e dei suoi seguaci, l’Ordo
Orbis si è dotato di un corpo di determinati e
spesso spietati agenti scelti inquadrati in
squadre indipendenti, gli ordinarii, ed ricorso
all’arruolamento di corsari fra i filibustieri
della peggior specie. Mentre il suo potere si sta
lentamente sgretolando, il governo mondiale si
fa ancora più dispotico, e la sua tirannide
sempre meno sopportabile.


Allineamento: Legale Neutrale

Insegna: un globo terracqueo azzurro
su fondo bianco; nelle bandiere cerimoniali
più prestigiose, il globo è a tutti gli effetti una
fedele illustrazione della superficie terrestre.

Anno di fondazione: anno zero aOe.

Sede principale: nessuna, i magistri
maximi si riuniscono a rotazione in ciascuna
delle rispettive sedi.

Leader attuale: triunvirato dei tre
magistri maximi del Consortium Mercatorum,
della Lex Omnium e della Militia Marium.

Struttura di comando: oltre alla catena
di comando della sua fazione, ogni magister
maximus ha ai suoi ordini numerosi custodes
ordinis, a loro volta a capo degli ordinarii.

Ideologia in breve: il caos è sempre in
agguato. Il disordine e l’anarchia hanno
governato il mondo fin dalla Grande
Inondazione, prima che le nostre forze si
opponessero alla loro devastazione. L’ordine è
l’unica salvezza dell’umanità, solo seguendo
fedelmente un progetto unitario, diretto da
menti superiori, gli esseri umani possono
vivere in pace e prosperare. Chi si oppone a
questa visione è un agente del caos, e come
tale un nemico dell’Ordo Orbis e dell’umanità
intera, e in quanto tale va eliminato.

Rapporti con altre fazioni: gli agenti
diretti dell’Ordo Orbis, gli ordinarii, sono
talvolta guardati con un misto di rivalità e
invidia dai soldati semplici della Militia
Marium; comunque, la loro pia devozione alla
causa è gradita ai rappresentanti della Lex
Omnium, e in ogni caso i rapporti intrattenuti
con tutti gli affiliati all’ordine mondiale sono
tipicamente buoni. La Confraternita delle
Coste considera l’Ordo Orbis il proprio
nemico, ma è l’Armata della Libertà che
l’Ordo Orbis vede come il proprio nemico per
eccellenza. Spesso, gli ordinarii appaiono
come fanatici ed eretici agli occhi di chi segue
la via della Legge Universale.

Ordo Orbis

Avventure nel mare selvaggio ralagra ralagra