Militia Marium

Dotata di una prodigiosa catena di
comando, armata con i migliori
equipaggiamenti disponibili al mondo,
formata da soldati la cui obbedienza è
assoluta, addestrati e indottrinati per anni
prima delle missioni sul campo, la Militia
Marium è un’enorme e pericolosa macchina
da guerra. Il numero di effettivi a disposizione
del braccio armato dell’Ordo Orbis è di circa
un milione di soldati, una cifra imponente e
ben superiore all’armata regionale del Vecchio
Mondo da cui tale esercito ha avuto origine.
Con la diffusione in tutto il mondo, è venuta
anche una notevole specializzazione: ci sono
milites addestrati a combattere in mare, e
milites esperti delle tattiche in sella ma
totalmente ignoranti di navigazione; il
nocciolo duro della militia, comunque, è
costituito dai soldati generici, capaci di
imbracciare altrettanto efficacemente tutte le
armi convenzionali e di combattere
egregiamente in ogni situazione. Questi milites
costituiscono la ciruma e l’armamento delle
innumerevoli navi da guerra dell’Ordo Orbis,
dalle infime chiatte fino ai più possenti
incrociatori corazzati. Il grosso problema della
Militia Marium, che l’ha ostacolata in
numerose occasioni da che Asrigue ha
dichiarato guerra al governo mondiale, è
proprio la sua eccessiva complessità: la catena
di comando, la suddivisione delle flotte in più
località, hanno reso la militia vulnerabile a
sapienti attacchi adeguatamente pianificati. E,
se l’Ordo Orbis ha trovato il modo di
rimediare a tutto questo, ciononostante la
Militia Marium rimane ancora una macchina
sì temibile, ma lenta e facile da inceppare per
chi ne conosce i meccanismi.


Allineamento: Legale Malvagio

Insegna: un globo terracqueo azzurro
su fondo bianco parzialmente coperto da due
spade incrociate fra loro.

Anno di fondazione: 43 pOe.

Sede principale: città fortificata di
Viria, cuore del Vecchio Mondo.

Leader attuale: magister militum
maximus Victor Torquezar.

Struttura di comando: l’unità di base
della Militia Marium è la decuria, dieci
uomini guidati da un decurio; dieci decurie
formano una centuria, comandata da un
centurio, e dieci centuire formano una legio,
guidata da un magister militum; tutti i magistri
militum sono agli ordini del magister militum
maximus.

Ideologia in breve: il mondo è dei forti,
e l’ordine è forza: mille uomini da soli sono
mille sciocchi, mille uomini che marciano
sotto la stessa bandiera, seguendo gli stessi
comandi, con un unico cuore, sono una forza
inarrestabile. Noi siamo la civiltà, noi siamo
l’ordine e il potere; è nostro dovere difendere
quest’ordine, difendere noi stessi e coloro che
seguono la nostra stessa legge. Gli altri
possono morire.

Rapporti con altre fazioni: rivale
storica della Confraternita delle Coste, la
Militia Marium ha recentemente trovato
nell’Armata della Libertà il suo più grande
avversario. Una mai sopita rivalità la lega al
Consortium Mercatorum, e i veri fedeli della
Legge Universale non possono fare a meno di
considerare i milites marium dei pericolosi e
sanguinari esaltati, mentre dal canto loro gli
ufficiali di più alto grado considerano
superfluo il corpo degli ordinarii.

Militia Marium

Avventure nel mare selvaggio ralagra ralagra